mercoledì 9 dicembre 2015

Citroën eMehari: il ritorno di un mito

La Citroën eMehari è ispirata allo scanzonato modello del 1968. Tutta nuova invece la tecnica, con il motore elettrico. Alla fine è arrivata. 


Con ammiccamenti e accenni generici se ne parlava da tempo ma ora la Citroën ha svelato la nuova Mehari, che per la precisione si chiama Citroën eMehari, con la “e” a rivelare subito che si tratta di una vettura a trazione elettrica.
Citroën eMehari
Citroën eMehari

La personalità del modello però risiede in altro, risiede proprio in tutto ciò che il nome Mehari sintetizza efficacemente da che fu impiegato per un’automobile: ottimismo, anticonformismo, allegria, semplicità, vocazione per il tempo libero.

IDEA SEMPRE VALIDA - Nella sua ricerca di un’identità di marca intenzionata a proporre “auto diverse, piene di freschezza e positività” la Citroën ha fatto ricorso a una delle (tante) invenzioni della sua storia, la Mehari lanciata nel 1968, riproponendo il suo spirito - e anche alcune idee costruttive - ma con l’opportuna declinazione secondo la realtà e le esigenze di oggi, magari di domani. Dunque la trazione elettrica. Fonte AlVolante

Nessun commento:

Posta un commento