giovedì 21 gennaio 2016

La scarpa della tradizione ma con gli occhi bene aperti al futuro

Car Shoe La scarpa driving si aggiorna. Nelle modellerie rese più attuali e soprattutto nella suola a guscio, che avvolge nella gomma tutto il fondo. Novità di rilievo: la monetina della penny loafer personalizzabile con le iniziali del cliente.

Church's Variazioni su tema derby, che sempre più strizza l'occhio alla sneaker. Qui si arricchisce di un fondo in gomma a cassetta, più confortevole e aderente al suolo. La tomaia è in vitello spazzolato.

Edhèn Milano Il classico può essere cool? Risposta affermativa per Filippo Fiora e Filippo Cirulli, che debuttano con una linea di scarpe curata e sorprendente. Pipin in seta a contrasto, polacchini con nappe e un inedito combo mocassino-monstraps che convince.

Jimmy Choo La perenne tensione tra l'estro indivuale e la tendenza riconoscibile. Sandra Choi pesca tra culture e sottoculture, in una collezione decadente (ed eccentrica) nel senso più nobile: le monk creeper in vacchetta, le pantofole in camo screziato di metallo, le brogue gommate sono il nuovo feticcio del dandy 2.0.


 http://www.grazia.it/moda/tendenze-moda/ai-2016-presentazioni-milano-uomo

Nessun commento:

Posta un commento