mercoledì 23 gennaio 2013

Cura



Guariscimi da questo dolore,
Senti la febbre che mi consuma, arde
Nelle fiamme incessanti della tua assenza così presente.

Guarda l'angoscia dei miei sogni
Sono in coma, a letto, nel dramma...

Guarda la mia delusione
E prendimi, amami, deliziami
Toccami, inghiottiscimi, sempre di più
Sono giunta...
Elimina questa luce che mi abbaglia
Dammi un bacio, abbracciami mille volte al giorno

Lascia il tuo cuore nella stesso angolo del mio
E poi tocca il sudore che è la cura della febbre
Due corpi che si completano con frenesìa

Io mi volto per non tornare più
E la tristezza comincia a soffocarmi...
Senza di te... senza il tuo appoggio...
Mi divoro.

Poesie Ro Primo

Traduttore Rodolfo Buccico

5 commenti:

  1. Sewmpre più brava la nostra cara Ro, è una delizia sentirla, come gocce di rugiada che ti deliziano di primo mattino contro i raggi del sole troppo irruenti....
    Besitos querida!

    RispondiElimina
  2. Straziante, quasi dolcemente avvilente nel suo dramma! Un'amore, un'affetto che si assenta da ormai troppo tempo, come aria che non c'è, come cibo mancante, come acqua che non disseta più! La passione, travolgente e prorompente che delizia, strazia e divora come un mare che affogandoti...ti divora!

    Ro...Ro...grazie per la tua passione!
    Vita lunga e prospera mia adorata amica!

    RispondiElimina
  3. Ro.. come sempre le tue poesie m'incantano, trasmetti passione e vibrazioni indescrivili..

    RispondiElimina
  4. Quando l'amore non trova il riflesso che ti ritorna al cuore, la febbre sale e il mal d'amore ti porta allo strazio. Bei versi Ro molto sofferti! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Grazie, sono felice che piace mia poesie.

    RispondiElimina