martedì 15 gennaio 2013

Invito alla danza....

Miei cari, ben trovati...e oggi iniziamo, passo dopo passo ad entrare in questa arte cosi' soave, ma così oltremodo misteriosa per chi non è addetto ai lavori.
Quando parliamo di danza guardando con occhi estasiati dall'esterno, ci appare qualcosa di soave, di leggero, un'unione paradisiaca che s'incontra, si lascia, si ritrova e ci fa sognare, ci fa credere di appartenere tutti a quel mondo, così uniti , affiatati, amorevoli...

Miei cari, la vista si appaga con qualsiasi forma nell'arte della danza, sia nel classico, nel contemporaneo, nel moderno, hip-pop, jazz, funky, latino americano, etnico, tradizionale...

Certo facciamo le nostre scelte tra[...]
gli stili che più ci affascinano. Possiamo essere attratti dal romanticismo del classico o dall'estemporaneità dell'hip-pop, possiamo essere trascinati dal movimento ampio o a scatti del moderno o del contemporaneo o portare a muovere i piedi a ritmo con il fanky o inebriarci con le sensuali note del latino americano o sognare altri tempi con le tradizionali.

Ma credetemi tutti questi vari stili hanno un denominatore comune per chi li pratica, ed è con profonda sincerità che vi garantisco non troverete ballerino/a che non soffra di quella malatttia che si chiama "competizione".
Positiva quando è nei limiti, ma quando? Mai.

Per farvi capire meglio. Quanti/e di voi hanno visto il film "Il cigno Nero"? L'eterna lotta tra il bene e il male, l'etena competizione tra il primo e il secondo? Questa pellicola vi sarà sembrata eccessiva, esagerata, ma credetemi la realtà è di gran lunga superiore all' odio che avete avvertito nella vicenda.

Purtroppo si incomincia da piccoline a guardare intorno le nostre amichette di corso.
Si noteranno le punte, il collo del piede, l'altezza, il peso, l'espressività, le attenzioni della maestra/o.
Altra categoria da non sottovalutare. Quanto fanno piangere silenziosamente gli o le insegnanti di danza, non lo immaginerete mai. Il balletto in ogni sua forma richiede esercizio continuo, sforzo e muscolo d'acciao, una costanza retta solo dalla passione, insomma una sorta di lavori forzati volontari

Se da piccoli riuscirete ad arrivare all'adolescenza senza crollare avete fatto passi da gigante, ma qui arriva la competizione, perchè siete in quel ponte a mezzo tra la fanciullezza e l'adolescenza, dove le prime pulsioni vengono fuori e la potenza dell'invidia aumenta.

I maestri fanno la loro parte, perchè, non si direbbe , ma sono esseri umani anche loro, con le loro debolezze, ed un viso piuttosto che un altro, un'espressione, una simpatia improvvisa, possono scatenare la guerra. Una guerra cruenta, da far male, augurare uno strappo muscolare (il minimo), ad una lametta infilata nelle scarpine, una malattia improvvisa(proibito ammalarsi) ad un movimento brusco che vi blocchi la schiena. Ma se tutto questo non bastasse, si arriva alle scelte. Quali scelte? Ma quelle delle parti. E qui arriva la lotta all'ultimo sangue spesso con il malaugurato intervento dei genitori...
Io sono la migliore, sono la solista, la più bella, la più espressiva, la più tecnica, la più dotata...insomma è tutto un più e mai un meno.Quando la solista è scelta, la guerra non finisce, perchè è solista anche chi esegue parti secondarie, e deve essere prima tra le ballerine di fila, e ci si azzuffa sui numeri, si controllano i vestiti, i colori, i trucchi... sempre con quell'aria ipocrita di essere un tutt'uno per la compagnia e di volerci un sacco di bene...Bacini...bacini...


Avete ossevato i baci dei ballerini tra di loro? Sono baci veri? Sentiti? Amervoli? Sono baci fugaci, attenti al profilo giusto, con la grazia del miglior inchino.
Penso basti tutto questo per demoralizzare anche il più incallito amante di quest'arte, che credetemi è una cosa semplicemente meravigliosa, perchè diventa la vostra vita, perchè è parte integrante della vostra personalità. E quando le luci in sala si spengono e si accendono i faretti del palco, avete tutto il mondo nei vostri piedi, nelle vostre movenze. In questo caso non esiste più l'individualità, ma solo lo spirito di corpo, il fare il meglio, il dare tutto se stessi .Riuscirci è il più grande regalo che uno possa fare. E come un ballerino se ne accorge? Semplice... con gli applausi, i vostri applausi che avete scelto di elargire quelli che ci diranno quante repliche faremo e quanto siamo stati bravi.
Provate, non dovete essere professionisti per forza.....ci si diverte molto a danzare insieme senza avere nessuna meta se non il puro divertimento...
 Io sono già qui, pronta ad applaudirvi!

8 commenti:

  1. La musica è divina.
    Ho seguito tutto il tuo discorso, ma, a meno che tu mi dica che fai parte del mondo della danza, non capisco da dove nascono le tue affermazioni. Più che credibili del resto.

    RispondiElimina
  2. immaginavo invidie e gelosie in questo ambiente ma non pensavo a tanto ..A me piace molto il ballo , in tutte le sue forme, desideravo moltissimo andare a scuola di flamenco..(una soddisfazione personale) non ho potuto.... Quando sento musica che mi stimola, ballo anche in casa da sola o costringo mio marito..L'altra notte ho visto un documentario sulla vita di NUREYEV...DA BRIVIDO!!!!...Grazie NELLA di aver descritto la tua esperienza

    RispondiElimina
  3. ..cara Nella, un post coi fiocchi. Quante cose mi hai fatto scoprire sulla danza! Cose che non avrei mai immaginato se non fossero state raccontate da te che hai studiato danza classica. Ho sempre amato il ballo. Non sono stato un ballerino da Sabato Sera, ma me la cavavo. Poi un bruttissimo incidente mi ha messo fuori causa una caviglia per sempre. Ma grazie al cielo ci sei tu che ci illumini su questa disciplina cosi rigida e ferrea...Ho il DVD "Il gigno nero", che ho apprezzato molto, ma non sapevo fosse vero una rivalità così marcata nell'ambiente scolastico e professionale...grazie cara, un abbraccio...

    RispondiElimina
  4. Caramella mia!!! Mi sembra di sentirti!! Penso che la tua sofferenza ti abbia costruito una bella corazza come un carroarmato. Come un ariete a testa bassa, ti immagino andare avanti incurante di tutto e tutti, lasciando al tuo passaggio chi si è scontrato con la tua corazza! Ma invece ti so di animo dolce e tenero e ti immagino tornare sui tuoi passi per soccorrere chi si è scontrato con la tua corazza. Dolce ragazza dal cuore tenero....per i muscoli d'acciaio ci vuole il cuore di pietra.....Ma qualcuno dice che la sofferenza serve a crscsere. Ti voglio bene. Un bacio.

    RispondiElimina
  5. AMBRA cara , è più di 25 anni che faccio parte del mondo della danza per mia grande fortuna, oggi molto edulcorato per via delle varie vicende di salute .
    Ma ti posso garantire che sono realmente esperienze personali, che possono essere benissimo generalizzate.
    Ma la ricompensa è molta, credimi...
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  6. ALESSANDRA cara la danza vale sempre la pena di essere vissuta.
    Ho specificato al fondo della storia, che a livello non professionistico, il clima muta un po', poi se uno segue un corso per divertirsi, trovo quest'ultimo un sistema semplice per dimagrire e trovare una lieta compagnia...
    Balla bimba , balla come sai...
    Bacio!

    RispondiElimina
  7. Ciao caro SERGIO...ti ringrazio per le tue sempre gentili parole a mio riguardo.
    La danza , e non solo la classica, perchè , curiosa come sono,ho fatto anche contemporaneo , funky, moderno, caratteristico ed ora occitane...sono un pochino sempre mettersi a confronto l'un l'altro.
    Certo che a livello anche semi-professionistico il discorso prende un'altra piega.
    Malgrado tutto io consiglio a tutti di seguire questa disciplina esaltante e divertente al tempo stesso!
    Un bacio, caro amico mio!

    RispondiElimina
  8. GALADRIEL adorata...quanto mi conosci...come ci avessero separate dalla nascita...
    Saremo mica gemelle?..Dobbiamo andare a fondo!!!!
    Corazzata si, severa pure ,scorbutica a volte, seria sul lavoro, casinista dopo, amica e confidente spesso, entusiasta molto, infantile a volte, sensitiva al massimo... insomma un leone con cuore di meringa!!!!
    Bacione unico per te!

    RispondiElimina