venerdì 15 marzo 2013

Ricordi...

Ancora oggi Dori Ghezzi è una nuvola bionda che parla del suo fragile e imprevedibile Fabrizio, l'uomo che odiava il palco, che non voleva deludere il pubblico.....sempre in movimento questa "lady di ferro", che malgrado il dolore, l'assenza, lavora come se Fabrizio le fosse sempre accanto.
Invidia? Si, molta per me in questo momento.....vorrei avere la sua forza e il suo charisma.....per ora provo solo ammirazione.
Il suo sorriso non è mutato , la sua età non esiste , la sua aureola dorata incanta , come incantò questo amico fragile nel 1970. Spesso Dori parla velocissima , a volte centellina le parole, ricordando il suo uomo, che le venerava e le trovava importantissime per la comunicazione, con la sua inconfondibile voce.
 Ricorda il primo concerto del marito nel 1975 alla Bussola, dove Fabrizio non desiderava esibirsi , era un contestatore, i primi pettegolezzi sulla loro relazione erano nell'aria, ma nella bigotta Italia , tutto era vietato. Dori allora, non poteva partcipare, non poteva spronarlo, era sola in un hotel e sperava riuscisse a superare l'empasse. L'immagine di un artista distraeva l'attenzione dell'opera , non voleva neanche la sua immagine sulle copertine dei dischi, puerile..ordinaria ..così era Faber .Ma seguendo i concerti di Dori, si è convinto che la comunicazione diretta è essenziale per gli altri e per mettere in discussione noi stessi. L'unica cosa che non lo abbandonava mai era la paura. Quella di deludere , deludere se stesso e il pubblico. Era faticoso cantare , si ha sempre il terrore di restare senza voce, era meticoloso, voleva che il disco live, fosse identico a quello inciso .Ma non abbandonò mai il palcoscenico , neanche una volta a Milano, dove si vociferava della possibilità di una bomba in sala. Dopo gli accertamenti , Fabrizio riprese come se nulla fosse successo.. Solo nel 1992 Dori riuscì a parteciapare ad un suo tour con "Uomini e donne" e l'esperienza fu esaltante , perchè Fabrizio continuava in ogni momento a prenderla in giro, anche durante la presentazione della band , ad ognuno di loro nome e cognome e città di provenienza , per Dori la provenienza era casa sua....Aveva difficoltà a capire le donne, ci scherzava molto su., fondamentalmente era un pigro e la prima mossa doveva scattare all'unisono. Fece concerti anche per denaro, ma non fu mai capace di sfruttare la sua fortuna , sognava sempre la campagna , la terra, via dalla pazza folla....Si spostò solo in Germania, escludendo la Francia  per lui più congeniale dato la tipicità della sua musica, ma era testardo , rimandava , anche con Mina che gli chiese subito di cantare con lei. Con Mina non sapeva di essere ammalato , era il 1997 per incidere la "Canzone di Marinella" ed era proprio là che il cerchio stava per chiudersi. L'ultimo periodo , aveva forti dolori, fumava molto, fino a non riuscire a tenere la chitarra nella giusta maniera.....si accorse che qualcosa si stava rompendo e smise di cantare e di esibirsi.
 Morì in gennaio nello stesso mese di Luigi Tenco e caso volle che proprio la canzone che scrisse per il suo collega" Preghiera in gennaio", fosse quella che lo accompagnò anche per i suoi funerali genovesi.
Signori , questa è la vita.....Chi lo vuole avere vicino esistono in commercio tutti i suoi tour in otto doppi cd. Credetemi , ne vale la pena...

18 commenti:

  1. Avrei letto di lui e lei ancora e ancora. Le storie di questi personaggi raccontate da te, Caramella mia, prendono un sapore casalingo...e le sento più vicine. Grazie Caramè per tutto cio che dai a questo nostro spazio. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te mio caro angelo..per permettermi di raccontarle e per essere così solerte nel commentare con frasi che mi spronano sempre ad andare avanti e fare meglio...
    Ti voglio tanto bene....

    RispondiElimina
  3. Possa infonderti ogni stilla della sua forza di donna...perchè solo voi DONNE sapete essere forti cosi come siete, sapete rialzarvi dopo rovinose e terrificanti cadute, sapete elevarvi come stendardi di un nobiltà che dinanzi ad essa, niuno mai ardisce alzare la testa!

    Mia carissima ed oltre modo amica del cuore, possa ritrovare la tua pace interiore!
    Ti voglio bene...

    RispondiElimina
  4. ...cantautori come Tenco, De Andrè e Battisti, che avevano scelto la musica per trasmettere la verità con parole d'amore senza pensare al successo e al business, oggi non esistono più...grazie Nella...abbraccio...

    RispondiElimina
  5. cara Nellina, anche stavolta sei riuscita a trasmettermi brividi e credimi non li aspettavo...strano.. le tue letture mi prendono talmente tanto che provo emozioni da quindicenne..mah..non sono normale !!! Sto ascoltando la canzone, é bellissima, cosí aggiungo brividi a brividi..erano anni luce che non li sentivo piú (a parte qualche volta quando ascolto musica) cosí intensi,..un bacione smuackkkkkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
  6. LEGOLAS caro..è vero noi donne abbiamo possibilità di recupero inaudite, bisogna solo ritrovarci...e questo processo lo sto aspettando....
    Tutto il bene del mondo!

    RispondiElimina
  7. Vero SERGINO, molto vero..è solo il business che conta, tranne qualche rarissima pecora nera....
    Una serena fine settimana...e un bacio soave per una soave persona!

    RispondiElimina
  8. E' il tuo animo che è intenso ALESSANDRA, tanto intenso da confondersi spesso con il mio...
    Sono cose rare, ma fortunatamente spesso accadono...
    Passa una lieta domenica!

    RispondiElimina
  9. Grazie cara Nella per il tuo bellissimo post...!!! Grazie per aver rammento grandi nomi come D'Andrè e Tenco che sono e rimarranno sempre nel cuore e nella memoria di tutti!!! Bellissima questa canzone " Preghiera in Gennaio "!!! L'avevo già ascoltata!!! Stasera entro nel blog e tra te e Alessandra mi fate venire le lacrime!!! Stasera, anzi stanotte sono + sensibile del solito!!! Ciao cara..dolce notte + un abbraccio

    RispondiElimina
  10. E sempre una leggera melodia che rintocca al suono di frasi o pensieri fatti e scritti , da voi..e così! tante volte credo di non essere all'altezza di poter continuare ha scrivere ciò che il mio animo sente!
    voi...tutti..avete una capacità di cogliere frasi che fanno innalzare il corpo, e soprattuto lo spirito...
    QUINDI, ora, colgo questa occasione per augurarvi la buona notte e soprattuto GRAZIE A TUTTi voi, anche ai non presenti in questo post!..

    RispondiElimina
  11. Tenera ROSARIA ti ringrazio sempre tanto per le tue parole di stima e di affetto ...Credi, malgrado le apparenze , ti sento tanto vicina...
    Serena domenica....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Nella!!! E' vero ti sono vicina...per questo mi senti!!! :)) Grazie e buona e serena domenica a te!! :))))

      Elimina
  12. Grazie a te, ALE MAI...tu appartieni anche a questo mondo ed insieme , creiamo veramente un grande mondo...
    Ti abbraccio...

    RispondiElimina
  13. ALE ma che dici, :"non ti senti all'altezza"..vuoi rubarmi il ruolo??? Non credo..!!! Sono io la pecora nera del gruppo..;-))))) ciao bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Desidero uin gregge di sole pecore nere....
      Potete accontentarmi?

      Elimina
  14. hahahahahhahhahahhahhahhaahhaha sei stupenda con le tue battute ironiche Cara Nella...hai scatenato una magnifica risata..mio marito mi guarda sorpreso e pensa.."quella é pazza"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se "quella è pazza" si riferisce a me, cara ALESSANDRINA...riferiscigli che ha ragione...
      Non mi sono mai considerata del tutto messa a punto....
      Ciao bellissima amica mia!

      Elimina
  15. nooooo era riferito alla mia risata a squarciagola cara Nella..ma io non ci faccio caso..meglio un po' pazzi che vegetali ;-)))

    RispondiElimina