lunedì 3 giugno 2013

Arbore e la sua televisione

Chi  tra di voi vuol diventre una creatura del nostro Renzo nazionale e divertirsi pure , perchè con Arbore , il divertimento è sicuramente assicurato , alzi la mano...
 Certo ci vuole gente strana, un po' sopra le righe, ma....chissà.....forse anche sotto , l'importante è essere spiritosi, pronti a tutto, e grandi improvvisatori.
 E' l'improvvisazione  l'arma giusta del successo, se manca quella e la fantasia , il gioco non si pùò fare..
 Meditate gente , meditate e se lo ritenete possibile , tentate la fortuna, ma se ci riuscite , non mancate di avvisarmi , perchè un pochino sarà stato pure merito mio!
Idee, come sempre ne ha un'infinità, ma desidera gente alla Benigni, e qui il gioco si fa duro, perchè di Benigni non ce ne sono poi molti, io credo.
Ha avuto sempre dei modelli illustri il nostro Renzo , Walter Chiari , Nino Manfredi, Totò.....certo tipi non da usa e getta , ma di lunga durata. Ha creato il primo talk show con  " Speciale per voi" , il primo programma- nostalgia con " Cari amici vicini e lontani", il primo rotocalco -contenitore con "L'altra Domenica".
 Si emoziona quando parla dei programmi passati, soprattutto ricordando le ospitate , molte delle quali ascoltate da bambino.
 E poi lo sfolgorante "Quelli della notte" come dimenticarlo, un vero salto mortale con Frassica, Pazzaglia, Ferrini, Telesforo, Catalano ( mancato da poco...)..
 Con tutte le idee che ha in testa è realmente dispiaciuto di non poter trovare un po' di improvvisazione in giro , pur conoscendo e apprezzando artisti bravissimi , ma il sacco di risate deve venire naturale e senza tipi alla Boncompagni, Benigni o De Crescenzo " nun se po' fà "
La gente deve chiedersi ...ma ci è o ci fa? altrimenti il gioco è finito!
Pensa con assoluta sincerità che l'umorismo ai giorni nostri si trovi maggiormente tra i musicisti  e prende come esempio la sua "Orchestra Italiana" famosa in tutto il mondo , che va avanti da ben 22 anni proponendo pezzi classici che i più pensano appartengano solo al passato.
Vorrebbe che un certo tipo di  musica il nostro Renzo, come Gaber, De Andrè, Battisti, De Gregori, Modugno ,venissero studiate obbligatoriamente a scuola , perchè anche la musica popolare che non è musica leggera , non deve essere considerata una moda passeggera.
Fondamentalmente è un timido Renzino, sa di suonare bene la chitarra e il clarinetto, ma diventa timoroso quando gli si dice che strimpella il piano anche non male.
Ride di cuore sui film fatti, imbastiti come è solito dire e inventati cammin facendo e raccomanda a tutti , almeno per le persone che vogliono votarsi alla carriera artistica, di guardare sempre cose irrinunciabili.
Quindi siete avvisati, fatevi una cultura col Sarchiapone di Chiari , con Presley etc etc, con tutte le cose preziose che sempre si conserveranno a futura memoria.
E se poi lo volete conoscere ancora meglio , vi consiglio il libro appena uscito"Renzo Arbore. vita , opere , e soprattutto miracoli", una biografia autorizzata piena di lodi ,e direi meritatissime!

2 commenti:

  1. Ve lo aspettavate Mika che parla italiano? http://youtu.be/xX07hXxBiZ4

    RispondiElimina
  2. Con la perseveranza si ottiene questo ed altro!!!!
    Ciao BLA 78

    RispondiElimina