martedì 30 luglio 2013

C'è vita dopo gli Oasis...

Ormai, ditemi un po', chi non è abituato alle esternazioni di Liam Gallagher, uno dei fratellini terribili che continuano a lottare a colpi di linguacce, di dichiarazioni immonde, di trovate infernali....
La cosa reale è che i fratellini continuano a non  parlarsi, che Liam ha qualche tiepido successo , come con " Different Gear , Still Speeding" ed ora con questo " BE=Beady Eyes" anticipato dal singolo " A second bite of the apple".
Per Liam, sempre eccessivo in tutto e per tutto, è un disco magico, retto dai due fedeli ex Oasis rimasti accanto a lui Andy Bell e Gem Archer.
 Dobbiamo dire a onor del vero che , alla cerimonia di chiusura delle ultime olimpiadi hanno eseguito magistralmente la versione di " Wonderwall" e benchè io non brilli di simpatia  verso questo fratellino, tanto di cappello Liam!!!
Stranamente il nostro Gallagher a volte è dubbioso, e allora ecco che una parvenza di verità e umanità esce dalla sua bocca. Capisce benissimo che se questo ultimo prodotto avrà una tiepida accoglienza, dovrà per forza incominciare di nuovo a suonare dal vivo e senza il fratello e qui sta il dramma a mio avviso.
Questo album BEE , è stato scritto nei tempi morti dell'ultimo tour, scherzando, bevendoci sopra, perchè come ha sempre dichiarato Liam, non si mette a tavolino per scrivere canzoni...ad ognuno il suo sistema!!!
Non esiste un filo conduttore di questo album, credetemi, ma lui stesso confessa che aveva molte idee in testa e dopo tutto la cosa più importante è buttarsi nella musica , fili conduttori a parte...se lo dice lui!!!!
Hanno anche  azzardato un produttore indipendente, perchè la sicurezza della validità del prodotto era già una garanzia ..Sarà.... lo speriamo!
BEE ha uno stile rock, ma un'anima dark, forse c'è anche un po' di cuore dentro anche perchè la musica è l'espressione più diretta della nostra anima insieme alla poesia.
Quante volte il nostro Liam ha messo sulla stessa bilancia amore e odio, presentandoceli uguali e in questo disquisire c'è la speranza dell'unione con Noel. Ma quando si tocca questo tasto, salta fuori l'esistenza dell'altro fratello Paul..
Per chi lo ha sentito il 6 luglio al Pistoia blues Festival, non saranno mancate le emozioni, perchè il nostro Gallagher ha sempre sostenuto di amare l'Italia (come può essere altrimenti!?!?), di conoscere il lago di Como ( va molto di  moda ora ..zio Bruce docet!)
In effetti Liam è molto gentile verso di noi, e per il suo carattere non è cosa da poco. Accetta tutto del nostro paese, il cibo, la gente, il clima....
Riusciremo a fargli accettare un giorno anche suo fratello?

Nessun commento:

Posta un commento