giovedì 14 maggio 2015

Autostrade tedesche, dal 2016 saranno a pagamento

L’Unione Europea potrebbe però considerare discriminatorio un importante aspetto della nuova norma.


ORMAI È (QUASI) FATTA -
La notizia è che, dal 2016, le autostrade tedesche non saranno più gratuite. Così ha stabilito venerdì scorso il Bundesrat (l’omologo, o quasi, del nostro senato), dando l’ok alla legge promossa dal ministro dei Trasporti Alexander Dobrindt (Unione cristiano-sociale), alleato del cancelliere Angela Merkel. Il ministro ha mantenuto la promessa fatta ai connazionali in campagna elettorale: manca solo la firma del presidente federale, Joachim Gauck.

ARTIFICIO LEGISLATIVO -
La nuova norma parla di introduzione del pedaggio per tutti, cittadini della nazione compresi: nella realtà, però, il pagamento interesserà solo gli stranieri, non i tedeschi. I legislatori, infatti, per non rischiare critiche o sanzioni da parte dell’Unione Europea (che, se l’obbligo non fosse esteso anche agli abitanti della Repubblica Federale, potrebbe vedervi una discriminazione verso gli altri cittadini dell’Unione stessa), si sono coperti le spalle estendendo il pagamento "erga omnes". Gli automobilisti tedeschi, però, sempre dal 2016 godranno “in parallelo” di una riduzione automatica sulla tassa di circolazione pari all’entità della “vignetta” annuale per le autostrade.

In questo modo, la Germania incasserebbe 500 milioni di euro l’anno in pedaggi versati solo da stranieri. Ora, quindi, si attende una valutazione dell’Unione Europea: il commissario per i trasporti, la slovena Violeta Bulc, ha già fatto sapere di voler esaminare il provvedimento subito dopo la sua entrata in vigore. (www.alvolante.it)

Nessun commento:

Posta un commento