sabato 16 maggio 2015

L’intelligenza artificiale di Baidu batte Google nel riconoscimento delle immagini

Un supercomputer specializzato in una tecnica di apprendimento automatico conosciuta come apprendimento approfondito potrebbe aiutare i software a comprenderci meglio. di Tom Simonite | Fonte http://www.technologyreview.it


La società cinese Baidu ha realizzato un computer per accelerare la propria ricerca nell’intelligenza artificiale. Baidu, il gigante cinese dei motori di ricerca, sostiene di aver inventato un potente supercomputer per dare manforte a una tecnica di intelligenza artificiale che mira a migliorare la capacità dei software di comprendere parole, immagini e testi scritti.

Il nuovo computer, denominato Minwa e situato a Pechino, vanta 72 potenti processori e 144 processori grafici, conosciuti come GPU. Nel tardo lunedì, Baidu ha pubblicato un documento in cui afferma che il computer è stato utilizzato per addestrare un software di apprendimento automatico col quale avrebbe stabilito un nuovo record, battendo quello precedente di Google.

“La nostra società è ora in testa nella corsa all’intelligenza artificiale”, ha detto Ren Wu, uno scienziato di Baidu che lavora al progetto, in occasione dell’Embedded Vision Summit che si è tenuto martedì. Se non fosse specializzato nell’apprendimento approfondito, il Minwa rientrerebbe fra i 300 computer più potenti al mondo, ha detto Wu. “Penso che questo sia il più veloce supercomputer dedicato all’apprendimento approfondito. Abbiamo un grande potere fra le mani – superiore a quello dei nostri competitori”.

La potenza di calcolo conta molto nel mondo dell’apprendimento approfondito, che ha portato a importanti progressi nel riconoscimento di parole, immagini e volti, ed ha migliorato i servizi di ricerca per immagini e riconoscimento vocale offerti da Google e Baidu. La tecnica è una versione potenziata di un approccio definito per la prima volta dieci anni fa, in cui i dati vengono elaborati da una rete di neuroni artificiali che gestiscono le informazioni ispirandosi ai cervelli biologici.

L’apprendimento approfondito comporta l’utilizzo di reti neurali più grandi, disposte secondo gerarchie di strati, e il loro addestramento utilizzando enormi raccolte di dati che sono formate da foto, documenti di testo o registrazioni audio. A differenza delle tecniche di apprendimento automatico, il cui rendimento era in diminuzione nonostante l’aumento delle reti e dei dati utilizzati per addestrare i software, l’apprendimento approfondito continua a dare risultati sempre migliori.

Stando a Baidu, Minwa permetterebbe di creare una rete neurale artificiale con centinaia di miliardi di connessioni – una quantità centinaia di volte superiore a quella incontrata in qualunque altra rete realizzata in precedenza.

Nessun commento:

Posta un commento