mercoledì 9 gennaio 2013

A te!

A te che sei la mia piccolina
a te che sei la mia fatina.
A te che sei arrivata fino qui
io dedico i miei pensieri sinceri e teneri.

A te che mi hai fatto perdere più di un mercoledì
io dedico la tastiera umida di lacrime del mio pc.
A te che sei la[...]
mia più cara amica
io affiderei tutta la mia misera vita.
A te che sei fin troppo sincera
io darei la mia anima intera.

A te che sei la mia unica speranza di sopravvivere dentro questa stanza
dove ormai le pareti non son più
il giorno in cui arrivasti tu!
A te che stai nascosta dietro un avatar
dolce e suadente ti vorrei eternamente qua.

Qua proprio vicino a me per potermi sentire finalmente come un re!
Con te vorrei tornare a volare in cielo
trovare il coraggio di affrontare il mondo intero.
Con te vorrei fare cose che mai farò
vorrei da te una speranza
quella di non restare chiuso in questa stanza…

Stanza fatta apposta per me da un dio che ormai si nasconde e più non c’è!
Adesso poi che non c’è più
quell’illusione di sentirti vieppiù
mi sento male troppo male…anima mia!
Capisco che comunque stare vicino a me
fa stare male anche te.

Perché nonostante tutto sempre nel mare… nel mare del mio cuore distrutto io sarò!
E comunque il fato sempre ringrazierò
Per quei pochi attimi di fantasia che da te …avuto avrò.

8 commenti:

  1. Bellissima questa poesia dedicata ad un'amica virtuale!

    RispondiElimina
  2. Il nostro Vito che ci fa commuovere fin dalla prima matttina, con il suo animo nobile e pulito, sempre pronto a dispensare perle d'amore a chiunque abbia la fortuna di leggerlo!
    Ciao Vitino , angioletto....

    RispondiElimina
  3. bella poesia VITO ..anche se con una piccola nota di tormento e tristezza

    RispondiElimina
  4. Quanta angoscia mal celata, quanta disperazione e rassegnazione generata dalla privazione e dalla paura di non avre mai...di non potere essere...di non toccaer mai più quell'intimo istante, profondo molto più di un'oceano maestoso ed imperscrutabile.
    Grazie di cuori amici ed amiche mie!
    Lunga vita e prosperità ad ognuno di voi!

    RispondiElimina
  5. puó essere Legolas....ma ogni cosa ha il suo tempo..la gioventú é passata e con essa il periodo del masochismo .....basta dare ..questa é l'ora " dell'
    Avere " ....buona notte dolce amico

    RispondiElimina
  6. Già...dovrebbe essere fisologicamente come dici tu Ale, ma volte capita che durante il tirocinio trascorso in gioventù si sia volutamente o per errore oppure fatalismo, trascurato di apprendere quell'arte, abilità che poi riuscire ad avere ti farà. Ti abbraccio con cuore sincero augurando lunga vita e prosperità.

    RispondiElimina
  7. ..caro amico, solo ora leggo questi stupendi versi in rima, che già scriverli è di una difficoltà non indifferente....ma tu sei riuscito sia nella rima che nell'espressività intima e spirituale della tua anima che tanto ha sofferto....ma come dice la sensibile Katya, la sofferenza deve aver pure uno scopo in questa breve vita...un abbraccio...

    RispondiElimina
  8. Sergio, a volte l'impossibile, il difficile a tale quando siamo noi con le nostre umane fattezze a volere fare...mentre quando, quelle poche volte, riusciamo ad annichilirci e lasciamo spazio al nostro vero ESSERE, tutto diviene...SEMPLICE E NATURALE!
    Amico mio, ti abbraccio.

    RispondiElimina