martedì 2 aprile 2013

AMORE RARO.

Mentirei ai miei occhi, già lo sò...
Sbaglierei si toccandoti potrei, sognare nei lidi dei venti alisei.
Come dimenticare una bugia quando favella, quando ti sussurra con la violenza di una sberla.
Userà false parole, ti convincerà e ti svelerà ciò che lei vuole!

Tutti hanno dei limiti, ed io non ho mai capito quali siano i miei, o forse si per paura di chi...
ma i tuoi li ho compresi, appresi ed intrisi bene, dentro il sangue delle mie vene!
Dal momento che ho compreso tutto, da bere mi verserò...mentre la notte brilla, senza una luna nè una stella.

Rammenterò quella agonia che bagnava i miei occhi, la paura di non averti qui accanto a me.
Rammenterò la paura che stringeva il cuore mentre ero strisciante a terra come chi muore.
Rammenterò come dimenticarti mai potrò, come prigioniero dei tuoi occhi fin nell'inferno io sarò!
Ho sperato, urlato come chi la sua anima ha venduto per averti un'ultima volta vicino, li...che tu potessi ascoltare il mio pianto prima, poi pregato che la paura ti potesse afferrare, imprigionare e dilaniare.

Ho pregato che tu potessi provare quel che io stavo per attraversare...ma tutto cosi veloce nasce e perisce
che perduto nel nulla dell'oblio mi ritrovai.
La lancinante distanza, tra il sogno e illudersi...che una porta possa aprirsi mentre un'altra chiudersi non sa più. Ma la bugia ti dirà ciò che lei vuole e crederai finchè il corpo duole...v'è differenza tra amare, illudersi
e sognare.

Adesso ti chiamerò...se posso, meglio di no, altrimenti mi sposto.
Non riesco a fare senza, di quella sofferenza generata da un' AMORE RARO.
Che più lo vivo e meno imparo...e rivivrò per te, mia regina e mio cuore che...dimenticarti impossibile per me è.
Tutto ormai rimarrà cosi com'è, dirtelo adesso e farlo lo stesso...arriverà per esso il mio farneticare che per sbaglio volevo amare.
Dimenticandoti forse t'amerò, come mai in passato potuto avrò.
Ed ogni tuo bacio sarà un dono, anche se forse sarà il solo che mai avrò...senza poterlo, senza saperlo
purchè nulla muterà ed in eterno io potrò...dimenticare il tuo viso il tuo odore? Mai, giammai tutto passerà, ma questo sbaglio mai ripeterò e lontano da te forse non più sarò.

7 commenti:

  1. Vedo che ti piacciono le poesie...
    amara questa, ma belle. Grazie per essere passata da me:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sono grato per il tuo apprezzamento, e vorrei darti il benvenuta in questa nostra "pazza" comunità dove vige solo simpatia, amore e felicità...ovviamente ti auguro vita lunga e prosperità!

      Elimina
  2. Poesia molto bella,bravo Vito!Ti aspetto nei miei blog.
    Buona serata da Olga.

    RispondiElimina
  3. Sono lieto, Olga, che ti piaccia ma più di questo che mi si dia una...seconda possibilità!

    RispondiElimina
  4. Intensa e pregna di anima come sempre..."Amore Raro"....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia adorata...mica ti ho dimenticato sai...e che...ti abbraccio mia caramella dolce!

      Elimina
  5. BELLA! si cela ancora una leggera ombra.. ma ti sento più rialzato dalla...tristezza, che ha volte si trova nell'animo di chi, in silenzio, soffre!
    veramente..stupenda Vitoooooooooooo! peccato che dove vivo io non esistono..poeti.:-))
    scherzi a parte! anche se sono parole lette mediante un pc, hanno la magia di accarezzare ..L'ANIMO!e tu e come altre persone, hai la capacità di farlo..
    buona notte..e come dici tu...Vita prospera!..:-)

    RispondiElimina