martedì 2 aprile 2013

Goliardìa 2

     Dal libro "All'ombra dell'ultimo sole""
….anche il gruppo musicale che suonava era abbastanza giovane. Era formato da quattro ragazzi che a prima vista ci sembrarono molto antipatici e che si rivelarono tali col passare dei minuti, si davano molte arie, sembravano dire “ guardateci, siamo i Beatles “oppure “siamo i Rolling Stone”. Alcuni di noi si buttarono nella mischia e cominciarono a ballare come forsennati, saltando da una parte all’altra della sala, sembrava volessero ballare con tutti contemporaneamente, altri invece preferirono rimanere al tavolo ed osservare meglio quel che succedeva intorno, altri ancora cominciarono a fare giri di perlustrazione alla ricerca di qualche ragazza da abbordare. Si entrò ben presto nel vivo della festa, la gente si scatenava sempre più man mano che ci si avvicinava alla mezzanotte, ma anche perché faceva incetta di vino , birra e quant’altro, non c’era tavolo dove mancasse una bottiglia di grappa o genepy. << Romolo - disse Speedy in un momento di riposo – lo sai che questi che suonano sono proprio antipatici? Ma chi caxxo si credono di essere! >> << Si sentono importanti perché c’hanno quattro corde tra le mani - risposi io con gli occhi fissi verso il palco– gliele metterei al collo le corde.>> << Mo’ te li sistemo io, vieni con me. >> Continuò Speedy, e cominciò a camminare in direzione del bar. << Che te devi inventà? Nun fà cazzate che qui ce pìano a calci >> risposi seguendolo preoccupato. Giunto al bancone chiese cortesemente al barista alcune fette di limone, il quale gentilmente gliele offrì in un piattino e ringraziandolo ce ne tornammo al nostro tavolo. Remo e Arcangelo si avvicinarono stupiti vedendoci maneggiare le fette di limone. << Perché avete quei limoni? - chiese Remo – avete ordinato qualcosa da mangiare? >> << No, no – rispose Giancarlo – adesso ci divertiamo, andremo davanti al palco e cominceremo a succhiare questi limoni fissando negli occhi quelli che cantano, magari mimando qualcosa di talmente aspro da far raggrinzire tutti i muscoli delle loro facce>> << Bellissimo! – gridò Arcangelo – voglio proprio vedere che faccia faranno. Io ci sto>> << Ma così rischiamo di farli smettere di cantare, succederà un casino! >> esclamò Remo preoccupato ma nel contempo divertito. << E che ci possono fare? – continuò Speedy -mica è vietato mangiare il limone. Andiamo!. >> E aprendosi un varco tra la gente che ballava si diresse verso il palco. Ci disponemmo in una posizione strategica per il nostro piano, alcuni ai lati del palco, altri al centro in posizione frontale, e ad un segno convenuto cominciammo a mangiare questi limoni al cospetto del gruppo musicale, facendo le smorfie più terribili e mimando l’asprezza del nobile agrume. I musicisti cominciarono ad impallidire, le loro facce si sconvolsero e dopo un attimo di smarrimento rivolsero i loro sguardi da tutt’altra parte della sala e alcuni di loro steccarono qualche nota musicale. Fu in quel momento che decidemmo di ritirarci per evitare che accadesse qualcosa di poco simpatico con i gestori del locale e ritornammo al nostro tavolo sbellicandoci dalle risate. << Così imparano a fare gli stronzi. >> Disse Speedy ridendo, con lo sguardo rivolto verso il palco e incrociando gli occhi “avvelenati” dei quattro componenti il gruppo musicale….

8 commenti:

  1. "Birbaccione " di un Romolo come sempre...ma anche Speedy non scherza....
    Abbraccio serotino....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero Nella....eravamo due pesti, ne abbiamo combinate di tutti i colori.

      Elimina
  2. Non ci posso credere!:-D
    Davvero simpatico il tuo amico...;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e questo è niente!!!!!

      Elimina
  3. Romolo che geniaccio che sei! Io aspetto altre esilaranti storielle, non farmi aspettare troppo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, vedrò di scovarne altre.

      Elimina
  4. Romolo all'"amici miei"!! Sapevo che mangiare un limone davanti ad uno che suona uno strumento a fiato, gli si provoca una tale salivazione che gli impedisce di continuare....annega le note..ahahah

    RispondiElimina
  5. avresti dovuto vedere la faccia di quei quattro!!! se avessero potuto bombardarci l'avrebbero fatto!

    RispondiElimina