sabato 1 giugno 2013

Essere o non essere...

A cosa servirà mai credere di essere un buon marito, sognare d'esser un buon padre, immaginare di essere un buon amico, illudersi di essere un'uomo degno di rispetto, affetto, un'uomo a cui bisognerebbe dare ogni battito di quell'organo che batte dentro il petto?

Essere o non essere

Riflettevo con serena tristezza e composta delusione a quanti atteggiamenti susciti il mio essere cosi come sono: senza trucchi, leale in maniera esasperata, al punto tale che nonostante per strada non ci sia nessun veicolo o pedone (e nemmeno vigili urbani, che comunque dove vivo, languono vieppiù...) se il semaforo e rosso, non mi muovo di un millimetro. Leale ed onesto nella vita, finanche quando faccio il cruciverba... non guardo la soluzione che magari qualcuno in maniera simpatica vorrebbe donarmi.

Senza trucchi, mostrare le mie debolezze come trofei! Si ingenuamente vero, stupidamente IO. Se incontro qualcuno (a) e mi piace, mi dà emozione e sensazioni belle, lo esterno, almeno ci provo, cerco di rendermi simpaticamente solare, ma qualcuno come sempre pensa male. Generoso come un mediano di rottura, alla Oriali, alla Furino, Gattuso e perchè no, come il mitico capitano Giallo Rosso Carmine Coppola...si fino all'ultimo fiato!

Generoso, dicevamo come un mediano di rottura, che mai un goal potrà comparare quelli memorabili di cannonieri doc: Altobelli, Bettega, Del Piero, Totti, Batistuta, Schillaci...tutti ipotetici cognati, cugini, suoceri e zii! Mai arrivabili per chi con tanta generosità mette la gamba, invece di tirarla indietro, per chi nonostante lavori duramente al contrario di altri fortunati che hanno un lavoro da fatica zero, oppure chi ha tirato a campare sulle spalle degli altri per tutta la vita, e sempre pronto a collaborare in casa, a pulire i bagni, dare l'aspirapolvere, sistemare interruttori mal funzionanti, stampanti da installare, tavole d'apparecchiare, biancheria da lavare e da stendere per poi piegare.

Pareti da imbiancare, porte da sistemare, luci da impiantare, figli da consolare ed incoraggiare: "ma che diverso, che cazzone, sei solo pulito e non un cagone, sei come tutti, anzi sai che ti dico? Per me sei il migliore! Dai vedi di lottare...sai che ti compero? Una Wii tutta per te, nella mera ed inutile speranza di ricevere un sorriso, un bramato ma mai avuto: auguri papà, è la tua festa oggi, invece chi mai se ne fregherà?

Un gesto gentile, un regalo a sorpresa...diventa tutto una resa, ogni cosa pesa, tutto fuori luogo, mentre chi ha lesinato affetto nè ha a sazietà, chi rispetto mai ha donato ne riceve in grosse quantità, chi egoismo e tradimenti ha seminato, incondizionata fedeltà nella sua vita ha avuto e anche adesso ne avrà. Essere o non essere veri, cosi come si è, quando gli effetti sono cosi pochi, anzi quasi non c'è nè, ne varrà poi la pena?
Non sei un buon figlio, nonostante hai venduto la tua fanciullezza, giovinezza e maturità per accudire chi accudire avrebbe dovuto.

Non sei un buon marito, nonostante lavori onestamente, generosamente dai senza mai domandare nulla e chiedere perchè, contrariamente a chi tutto questo mai ha fatto ma solo usato vivendo da padrone e re. Non sei un buon...papà, mai presente, sempre assente, perchè stanco dal lavoro, sei sempre pronto per ogni buon dono, le partite di calcetto, il tassista la mattina, prima la femminuccia e poi il machietto a scuola da portare sperando in una carezza e rimanendo invece senza come prima...

4 commenti:

  1. Leggo moltissima sofferenza, e ti capisco quanto ti capisco. Ma c'è sempre una rinascita e un riscatto. Non lo dimenticare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto con pazienza...chissà se ciò che affermi per me potrà!
      Sempre gentile e sensibile, Silvia...ti auguro una vita lunga e prospera!

      Elimina
  2. Tu sei un grande uomo degno di rispetto e l'importante è il sapere di esserlo, non quello che ci si aspetta dagli altri, ciechi, sordi e muti alle varie sfumature della vita...
    Una domanda a bruciapelo?
    Ti specchi ancora volentieri guardandoti appena alzato alla mattina?
    Non ti viene voglia di sputarti in faccia?...
    Vitino mio avanti così , sei sulla strada giusta!
    TVTB::))

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    nella prima parte ho visto un po' di me, onesta sino al midollo, sino a diventare oggetto di scherno, però anch'io baro al cruciverba. Per il resto mi spiace leggere di questo senso di insoddisfazione, tipico di chi fa di tutto per gli altri, per non ferirli, per accontentarli e perchè li ama. Ma credo che l'importante sia sentirsi bene con se stessi, sapere di aver fatto la cosa giusta, con il tempo anche gli altri non ti daranno più per scontato. L'amore e il rispetto ci sono anche se spesso non si palesano ai nostri occhi.
    buona domenica ;)

    RispondiElimina