lunedì 30 settembre 2013

UNA STORIA: Delirando




Quella sera la camera di Zoe era molto silenziosa; Zoe guardò il quadro con i cavalli, nella loro prateria tirava vento, e le criniere si alzavano, invece le canne di bambù della sua tappezzeria non le parlavano. Non sibilavano, non cantavano.
Il cavallo di fuoco che aveva dipinto sulla porta della sua stanza appariva più caldo a guardarlo nella penombra, le tapparelle si scuotevano leggermente, tirava un po' di vento e lei era avvolta dal buio e dal silenzio, per compagna solo la solitudine.
Era forse annoiata? La NOIA, santi numi che parola odiosa! Non poteva definirla sentimento, piuttosto quella sensazione che si annida dentro di noi quando perdiamo interesse per ciò che stiamo facendo, niente, o perché non stiamo facendo niente che ci distolga dal rimuginare sui nostri problemi, problemini, problemetti.
Lo ammetteva, era in questa situazione. Avrebbe voluto dare in escandescenze, dire cose senza senso, esser presa per pazza......
Sarebbe stato un ottimo movente per dedicarsi in seguito alla profonda meditazione, per cercare cosa?
In quel momento proprio non lo sapeva, ma avrebbe volentieri parlato con un vecchissimo saggio, di quelli che stanno su qualche inaccessibile montagna, lungi dalla vita frenetica del mondo che guardano con distacco, senza lasciarsi trascinare nel turbinio delle emozioni.
Forse qualche risposta l'avrebbe ottenuta, o semplicemente avrebbe ascoltato le sue parole, avrebbe tratto delle conclusioni, e chissà, sarebbe stata in grado di ricominciare con una nuova filosofia di vita. Si sarebbe convertita? Avrebbe potuto fare un pellegrinaggio alla Mecca, a Gerusalemme, a dare delle sonore capocciate al "muro del pianto", una capocciata et voilà nuovi orizzonti!
Magari avrebbe potuto far finta di diruparsi dalla rupe di Leucade come aveva fatto Saffo (o come si raccontava...fuerunt).
Era il caso che Zoe portasse le sue gambine, il suo cervello e relativi neuroni fuori controllo, a letto a dormire e interrompere la fiumana di baggianate che stava non solo pensando, ma anche scrivendo.
 Saggia risoluzione Zoe.

5 commenti:

  1. Mica tanto saggia Silvietta mia...io avrei ancora letto qualcosa su la nostra Zoe...
    Alla prossima puntata?
    Bacissimo.......++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nellina cara, certo che c'è una nuova puntata d iZoe, quella pazza d'una ragazza dai capelli rossi......a proposito ma un tuo articoletto sul Rocky Horror me lo concederai mai? E Keith Jarret?

      Elimina
    2. Ricordo perfettamente amore mio le tue preferenze , aggiungo anche Keith Jarret...
      Tempo difficile per me..porta pazienza , ma arrivo..te lo prometto!++++++

      Elimina
  2. Eccomi che sono passata subito! Mi sono unita ai tuoi follower anche io ^_^

    RispondiElimina
  3. Grazie a nome di tutti noi collaboratori , Rachele!
    Sei gentilissima e dolcissima...un bacio grande!!!!+++++

    RispondiElimina